mercoledì 20 luglio 2011

Emozioni

Tempo fa una mia cara amica era proprietaria di un negozio di bomboniere.
Una delle cose che mi divertiva di più era andare al banco del confezionamento per vedere tutto l'assortimento di nastri.
Credo che ci fossero circa un centinaio di nastri di colori diversi, e ognuno aveva un nome specifico!
Bianco, latte, avorio, ecru, albicocca, pesca, salmone, arancione, mandarino... insomma mi sembrava incredibile che le persone potessero preferire un “latte” ad un “avorio” che ad un occhio poco allenato potevano sembrare praticamente identici!

Tutta questa tavolozza di colori, ogni tanto, ci forniva anche un modo per riderci sopra, magari coinvolgendo qualche nostro amico che alla frase “la tua maglietta è rosso mattone” rispondeva “ma i mattoni non sono di questo colore”.

Mi immagino che alcuni di voi conoscano bene i colori magari per motivi di lavoro o per passione (io ad esempio anni fa dipingevo). In generale, quanti colori conoscete e soprattutto li utilizzate comunemente in una conversazione o vi limitate a parlare in modo generico di rosso, verde e blu?




Sto leggendo “Come migliorare il proprio stato mentale, fisico e finanziario” di Anthony Robbins. In un capitolo spiega come l'uso delle parole possa determinare il nostro stato d'animo, le nostre emozioni.
Il concetto e' questo: i cinque sensi trasmettono una serie di sensazioni al nostro cervello che deve in qualche modo “catalogarle”. Uno dei sistemi più efficaci per stabilire il significato di una sensazione è creare un'etichetta, cioè una parola.

Come abbiamo fatto per i colori, quante parole relative alle emozioni conoscete? Quante sfumature conoscete?
C'è una bella differenza tra dire “ oggi sono arrabbiato” piuttosto che “oggi sono furioso” non trovate? Esistono anche infastidito e inquieto per esempio.
Andate su Google e cercate “elenco emozioni”, rimarrete sorpresi :-)



Se cambiate etichetta al vostro stato d'animo, varierà anche il modo in cui vi sentirete, provate!
Impariamo ad utilizzare le sfumature per descrivere le nostre emozioni, in modo da non “fare di tutta l'erba un fascio” ed evitare di enfatizzare troppo uno stato d'animo negativo che magari non va oltre il “rattristato”.
E poi prendiamo quell'emozione e, se e' negativa, riduciamola ancora un po', se e' positiva aumentiamola!

Qual e' l'ultima volta che siete stati euforici?


baci

martedì 12 luglio 2011

Robert Stevenson – Faro di Bell Rock

Questa e' la storia di un grande uomo, un caparbio visionario che ha costruito un'opera definita da molti “impossibile”

Il faro di Bell Rock di Robert Stevenson venne eretto al largo vicino a Arbroath nella costa orientale della Scozia tra il 1807 e il 1811, ed è considerato una delle 7 meraviglie dell'ingegneria.

Bell Rock era una barriera sottomarina, invisibile quindi sulla superficie, una vera e propria trappola per le navi.
Il sogno di Robert Stevenson, era sempre stato quello di compiere un'impresa grandiosa, illuminando l'insidiosa costa scozzese.
Pensate che nel 1799, oltre 70 imbarcazioni affondarono nella zona durante un violento temporale che si abbatté sulla costa, ma questa catastrofe non servì a convincere le autorità locali ad approvare l'ambizioso piano di Stevenson.
Come si sarebbe potuto costruire un faro a 11 miglia dalla costa, su una roccia sommersa per quasi 5 metri dall'acqua per gran parte della giornata?
Stevenson propose il suo progetto nel 1799. Pensate che ci vollero ben 7 anni per far approvare questo progetto, proprio a causa dello scetticismo causato da un progetto così rivoluzionario.
Fortunatamente Stevenson non si arrese, continuò a inseguire il suo sogno che fu terminato nel 1811 e che luccica ancor oggi nel Mare del Nord.
Il faro di Bell Rock è la più vecchia costruzione di questo tipo eretta al mondo, ancora in funzione e che in 200 anni non ha subito modifiche o riparazioni nella sua struttura.

In questo periodo si celebra il bicentenario di questa grande impresa in onore delle persone che hanno costruito il faro di Bell Rock. Se volete maggiori informazioni http://www.bellrock.org.uk/


Bell Rock Lighthouse


"Per raggiungere i tuoi sogni devi essere disposto a combattere e a non arrenderti mai"

venerdì 8 luglio 2011

Dirigi la tua concentrazione

Volevo augurarvi un buon weekend con questo video, magari avete un po' di tempo per rilassarvi e guardarlo con l'attenzione che merita!
Se veramente volete cambiare rotta, questo video di Tony Robbins (con sottotitoli in italiano) vi aiutera' di certo!





baci

giovedì 7 luglio 2011

Cambiamo rotta

L'altro giorno ho ricevuto un'email da una persona a me molto cara.
In realtà non ci conosciamo di persona, ci siamo sentite un po' di volte al telefono per una consulenza che le ho fatto.
Avete presente quelle persone che ti sembra di conoscere da tutta una vita? Che ti fanno stare bene, ti mettono a tuo agio e che ti sanno infondere serenità?
Lei è proprio una di queste rarissime persone!

Nell'email mi scrive che ha un sacco di preoccupazioni sul lavoro che le stanno creando dei problemi anche nella sua vita privata.

Ho quindi deciso di scrivere questo post, dedicato a tutte le persone che stanno attraversando un periodo un po' difficile della loro vita.

Prima di tutto vi consiglio di leggere i miei ultimi 2 post:

Adesso veniamo al dunque

Sappiamo che la nostra mente funziona ad immagini.
Se per esempio una persona ci sta raccontando qualcosa, noi la visualizziamo nella nostra mente, Stessa cosa se stiamo leggendo un libro o se stiamo organizzando la nostra agenda con gli impegni della settimana.
Se organizziamo con qualcuno di andare a prendere un gelato, ci immaginiamo già mentre lo mangiamo! E se parliamo al telefono con una persona che non abbiamo mai visto, ce la immaginiamo comunque: capelli, costituzione, età.

I grandi inventori, gli artisti, gli scienziati sono sempre stati definiti “visionari”, perché “vedevano” o meglio “immaginavano” quello che non era ancora stato scoperto e davano a questa loro visione tutta la loro fiducia e la loro gioia!
Pensate a chi ha inventato la sedia o la lampadina! Vedeva già il risultato nella sua mente e proprio per questo lo ha raggiunto.

Ricordate Walt Disney che diceva “Se puoi sognarlo puoi realizzarlo”?

Va da sé che se nella nostra mente continuiamo ad avere sempre le stesse immagini, continueremo a fare sempre le stesse cose e, ahimè, ad avere sempre gli stessi risultati!
dobbiamo quindi cambiare rotta!

Provate a fare come ho fatto io per la mia casa in montagna, visualizzate cosa volete ottenere (un oggetto, la risoluzione di un problema, maggiore serenità, non ci sono limiti), e provate la sensazione di averlo già raggiunto e, soprattutto, non abbiate dubbi!
Prendetevi qualche minuto tutto per voi, più volte al giorno, magari al mattino quando vi alzate e alla sera prima di andare a dormire e visualizzate il risultato, la vostra vita potrebbe cambiare in poco tempo!

Se avete un problema, come vi sentireste lo aveste già risolto? Questa e' la sensazione giusta!

E non abbiate dubbi!

baci

martedì 5 luglio 2011

Le persiane rosse - 2a parte

Dove eravamo rimasti?
Ah sì! Certo!

Questo e' il proseguimento del post Le persiane rosse

Alle 15,30 andiamo a vedere e...

La casa e' a due passi dal centro, in una vietta residenziale molto tranquilla in riva al fiume.

Vista lato fiume


E' una bella casa a due piani, con le persiane rosse, un po' di giardino e 3 posti auto!
Diciamo che l'esterno e' da rimettere un po' a nuovo :-)

L'alloggio e' al primo piano, ha due camere, una grande cucina, un bagno, due balconi e innumerevoli finestre.
Durante l'anno e' abitato da un'anziana signora e ha il sapore delle casa delle nostre nonne!
Avete presente quelle case calde, accoglienti, piene d'amore. Con gli oggetti da cucina in rame appesi sui muri, una credenza con piatti e bicchieri, le tendine di lino alle finestre, i cuscini fatti all'uncinetto!
Insomma entrando ci si sente avvolti da un caldo abbraccio!
Se ciò non bastasse da un lato c'è una splendida vista sul fiume che prende luce all'alba e dall'altro lato una bella vista sul tramonto! 

Vista lato strada


Pensate che c'è persino la lavatrice, il lettore DVD, il frullatore, il riscaldamento autonomo, materassi in lattice e ha anche una camera in più per gli ospiti.
Ed e' anche nel budget!

Insomma questo e' persino più di quello che volevamo, e lo abbiamo attratto in modo molto semplice:
  • abbiamo preso la decisione
  • abbiamo visualizzato quello che volevamo in modo dettagliato
  • non abbiamo avuto dubbi

Provate anche voi!
Cosa volete attrarre nella vostra vita?

baci

lunedì 4 luglio 2011

Le persiane rosse

Questo weekend coma marito e figlia siamo andati in montagna a cercare un alloggio per le nostre vacanze.
Eravamo soliti andare al mare 2-3 settimane ad agosto, ma con una bimba di 1 anno abbiamo preferito il fresco della montagna.
La decisione e' stata molto rapida! Due sabati fa ero seduta per terra a giocare con mia figlia e alle 9,30 eravamo già entrambe sudatissime!

Si e' svolto tutto in modo molto semplice: abbiamo stabilito il periodo, il luogo e anche il budget.
Abbiamo deciso che per 3 mesi in montagna avremmo speso quello che spendevamo al mare in residence 2 settimane. Una follia? Non direi!




Per un'intera settimana ci siamo visualizzati già in possesso dell'alloggio, abbiamo già pianificato quando andare compatibilmente con i nostri impegni, non abbiamo mai messo in dubbio il budget fissato! Vi dirò di più: le scorsa settimana ho anche inviato delle mie amiche!

Qualcuno potrebbe dire che ho fatto i conti senza l'oste...

Ecco com'è andata.
Venerdì mattina arriviamo in montagna, entriamo in un'agenzia immobiliare e parliamo con una signora che ci dice che per quel budget non c'era nulla (chiedevano almeno il doppio!), e che la maggior parte degli alloggi per il mese di luglio erano già affittati.
Poi ci guarda e dice: “beh, se vi accontentate qualcosa ci sarebbe”. In effetti le foto non promettevano molto bene, abbiamo comunque fissato un appuntamento per vedere l'alloggio alle 15,30.
Nel frattempo abbiamo visto altri 2 alloggi, entrami molto fuori mano, in posti isolati, uno addirittura in un paesino vicino in cui non c'erano negozi a parte un tabaccaio, entrambi oltre che poco interessanti per le nostre esigenze, anche “fuori budget”

Alle 15,30 andiamo a vedere e... [ vi aspetto domani!!!]